Le figure di Formatore Manageriale qualificate APAFORM

Premessa metodologica
Il seguente lavoro, da considerarsi ancora in fase di costruzione, è il risultato dell’incontro tra le bozze precedenti e la verifica con il gruppo di lavoro APAFORM delle figure professionali relative alla Formazione Manageriale esistenti e operanti sul mercato.  
Le quattro figure professionali individuate (e poi declinate in specificità di ruoli sulla base del diverso livello di EQF ipotizzato) coprono i diversi processi della filiera della formazione manageriale: 
- formatore manageriale specialista
- formatore manageriale di sistema
- formatore manageriale gestore di strutture 
- coordinatore di programmi di formazione manageriale 

Elemento indispensabile e comune per tutte le figure è il possesso delle competenze fondamentali dell’esercizio della professione di formazione manageriale.
E’ importante sottolineare come tali processi siano quasi sempre sincronici tra loro e come non rispettino sequenze standardizzate. Inoltre, le attività che caratterizzano tali processi sono in gran parte frutto di un lavoro di squadra che coinvolge più ruoli e più specializzazioni che collaborano contemporaneamente.
Queste considerazioni sono valide tanto per il mondo accademico, quanto per il mercato dei percorsi di formazione manageriali post-laurea e della formazione manageriale aziendale.
La distinzione in 4 figure professionali, dunque, nasce dall’osservazione concreta dei suddetti mercati e dalla constatazione dell’estrema varietà e non-linearità del panorama professionale che li caratterizza.
La caratteristica della non-linearità, in particolare, si riflette nella possibilità di passaggio dall’uno all’altro all’interno dei ruoli presi in considerazione. La permeabilità tra i ruoli, infatti, è non solo possibile ma anche piuttosto comune nella realtà del mondo lavorativo.
Risulta da evidenziare, comunque, il fatto che il passaggio da una figura professionale all’altra non è legato a una prospettiva lineare e progressiva di carriera. Esso è piuttosto il risultato di una scelta di orientamento professionale fatta dal singolo professionista, sulla base:
- delle competenze sviluppate
- delle modalità di esprimere la propria professionalità
- delle modalità di manutenere e aggiornare le proprie conoscenze e capacità.
La distinzione tra le diverse figure professionali individuate appare quindi, allo stato attuale dei lavori, di tipo “orizzontale e trasversale” piuttosto che di tipo “verticale e lineare”.
I criteri di accesso a ciascun ruolo sono, comunque, molto rigorosi: ciò è riflesso nell’impianto delle linee strategiche che caratterizza la scelta di APAFORM in tema di qualificazione delle figure professionali che operano nei sistemi della formazione manageriale. Il criterio principale utilizzato per distinguere ciascun ruolo dagli altri è legato alla specificità di bagaglio di conoscenze e abilità da esercitare per garantire le finalità attese.

 

AREA RISERVATA SOCI APAFORM